Calendario

VeP Social

Login

SNITLa Scuola Nazionale d’Improvvisazione Teatrale si sviluppa come corso triennale, con l’obbiettivo finale, non solo di formare attori improvvisatori, che siano in grado di partecipare a spettacoli, eventi, animazioni basati sull’improvvisazione teatrale, ma anche di fornire quegli strumenti che rendano l’allievo/attore più consapevole della propria presenza scenica, delle proprie scelte e delle proprie emozioni.

Negli incontri settimanali nei tre anni di corso, si affronteranno tutti gli aspetti didattici fondamentali come: ricerca della spontaneità, tecniche di base dell’improvvisazione teatrale che stimolino l’ascolto, la creatività, la capacità di comunicare e di interagire con gli altri. Presenza scenica. Costruzione di storie. Schemi per monologhi e improvvisazione collettive. Creazione del personaggio. Drammaturgia attoriale. Approfondimento di tecniche teatrali. Studio di categorie. Approccio ai maggiori format di improvvisazione teatrale.

Se vi interessa partecipare alle lezioni di prova (GRATUITE) che si terranno da ottobre scrivete a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. lasciando il vostro nominativo e un numero di telefono (possibilmente cellulare) . Le lezioni prova a PERUGIA sono fissate per mercoledì 25 Ottobre e lunedì 30 ottobre ore 21.00 presso la Sede di Voci e Progetti in Via Angelo Morettini 57/a

PER TUTTO NOVEMBRE PUOI VENIRE A PROVARE IL BRIVIDO DEL TEATRO ALL'IMPROVVISO. LA PRIMA LEZIONE E' SEMPRE GRATUITA E SENZA IMPEGNO

Sarete contattati per concordare la vostra presenza in una delle giornate previste. (se per quando vi contattiamo avete cambiato idea riguardo a partecipare alla lezione, amici come prima)

Partecipare a questa lezione non comporta nessun obbligo se non quello di venire a divertirvi insieme a noi. Alla fine della lezione chi vorrà potrà iscriversi al corso.

Le iscrizioni rimangono aperte fino a Dicembre 2017

DESCRIZIONE DEL CORSO
Il corso è articolato in un incontro settimanale  ed è aperto a tutti; infatti non è necessario avere alle spalle esperienze teatrali (il che ovviamente non guasta), ma solo la voglia di fare e di mettersi in gioco.
I corsi si pongono come obbiettivo fondamentale quello di mostrare agli allievi-attori la possibilità di un uso della tecnica d’improvvisazione teatrale concepita non come momento di studio per una migliore definizione del testo o del personaggio, ma come momento finale ed immediato di rappresentazione.
Nelle performances di improvvisazione teatrale l’attore viene preparato a mettere in moto i propri meccanismi creativi contemporaneamente alla loro rappresentazione in pubblico.
Vengono cioè saltati tutti i passaggi classici del teatro tradizionale: scrittura -- regia -- prove -- rappresentazione, e l’attore diviene al tempo stesso attore/autore/regista di se stesso e del gruppo con il quale lavora.
A fine anno è previsto un saggio dimostrativo aperto al pubblico.

CONTENUTI DEL CORSO
CREATIVITA’
: non è solo libero sfogo della fantasia, peraltro abbondantemente stimolata attraverso esercizi di ginnastica mentale, ma capacità di dare una struttura mentale libera da preconcetti e funzionale alla coerenza e comprensione del messaggio;
COMUNICAZIONE: improvvisare con altre persone significa innanzitutto rapportarsi con soggetti di cui non si conoscono le intenzioni ma con i quali si deve riuscire a mettersi in relazione a più livelli (corpo/mente/emozioni) in maniera tale da poter essere compresi e comprendere;
ASCOLTO (dell’altro e della situazione generale): arrivare ad una capacità percettiva più sviluppata che permetta di intuire e comprendere le intenzioni dell’altro attraverso gli atteggiamenti verbali, fisici, emotivi, al di là quindi delle sole manifestazioni più evidenti;
DISPONIBILITA’: presupposto imprescindibile che riguarda l’atteggiamento di totale apertura all’altro e alla situazione che ogni persona deve avere per relazionarsi nelle situazioni in cui ci si viene a trovare.
INTEGRAZIONE: nel momento in cui si riesce a stabilire una reale comunicazione è necessario integrarsi con l’altro in una relazione dinamica che vada verso un superamento creativo delle rispettive posizioni originarie.

ARTICOLAZIONE DEL CORSO
Le sedute/lavoro saranno così strutturate:
• esercizi di riscaldamento e di attenzione collettivi;
• esercizi di tecnica individuale;
• improvvisazione a due e a piccoli gruppi;
• studio delle strutture dell’improvvisazione.

SCAMBI E RADUNI
Sono previsti durante l’anno scambi con le altre sedi di IMPROTEATRO e a Giugno IMPROJECT il megaraduno degli allievi dei nostri corsi.